Condizionatori portatili senza tubo esterno

Molti si chiedono se esistano in commercio condizionatori portatili senza tubo ed il motivo è sempre lo stesso. La difficoltà nell’ accesso ad uno sfogo esterno e la voglia di non avere tubi per casa. Sgombriamo subito il campo da equivoci. Non esistono condizionatori portatili privi di tubo di sfogo.  Il motivo è chiaro, l’aria calda che proviene dall’ interno della casa deve essere espulsa di fuori. Se stacchiamo il tubo da una parte raffredderemo l’ambiente e dall’ altra lo riscalderemo nuovamente. Il tubo di sfogo quindi è necessario.

Non fate confusione con i deumidificatori, che non raffreddano, ma tolgono l’umidità dall’ aria. Questi prodotti, anche portatili, non hanno il tubo esterno. Qualcuno afferma che i condizionatori portatili ad acqua non abbiano il tubo esterno, al suo posto esiste la vaschetta di accumulo dell’ acqua. Non ci sbagliamo, quella c’è sempre, è lo scarico della condensa, il tubo che butta fuori aria calda invece ha un’altra funzione, quella dell’ espulsione del calore.

Non vi sbagliate nemmeno con il Pinguino De Longhi acqua aria che utilizza l’acqua insieme al gas refrigerante per raffreddare. Quindi non esiste un Pinguino senza tubo o generalizzando un condizionatore portatile senza tubo.

Esistono dei climatizzatori portatili senza tubo, sono modelli che vengono chiamati così, ma non sono dei condizionatori veri e propri, non hanno il ciclo di raffreddamento frigorifero. Utilizzano però un trucchetto per raffrescare casa che è comunque efficace. Possiamo chiamarli più che altro raffrescatori o rinfrescatori. A prima vista assomigliano a condizionatori portatili, ma come detto non hanno il tubo esterno.

CONDIZIONATORE portatile senza tubo

In realtà sono dei normali ventilatori e deumidicatori, c’è una differenza però. C’è un alloggiamento in cui è possibile mettere un pacco di ghiaccio, oppure un portaghiaccio, prelevato dal freezer. L’aria passa attraverso l’alloggiamento ed esce che è molto più fresca. Costano molto poco e consumano un decimo rispetto ai condizionatori, circa 65 watt alla massima potenza. Ovviamente ogni paio d’ore, per avere aria fresca, dobbiamo mettere nuovo ghiaccio.

Un modello che vi consigliamo per l’acquisto è il ONE CONCEPT CARIBBEAM che si può acquistare tramite questo link su AMAZON. Avete due anni di garanzia e la possibilità di restituirlo entro 10 giorni gratuitamente se non vi piace.

Argo Polifemo: è un altro modello senza tubo.Anche in questo caso c’è la vaschetta per alloggiare il ghiaccio e quella per l’acqua distillata usata per rinfrescare.

Per far comunicare il tubo con l’esterno potremo:

  • accostare la finestra ed infilare il tubo tra stipite e porta (sconsigliato perchè filtra aria calda dall’ esterno, a meno che non usate un telo isolante come questo che si monta tra anta e finestra, costo 20 euro.)
  • praticare un foro sulla finestra del diametro del tubo (buona soluzione, il vetro garantisce l’isolamento esterno, ma è comunque scomodo. Il buco deve essere fatto da un vetraio e comunque perderemo il vantaggio di avere un condizionatore che può essere utilizzato nelle varie stanze dell’ appartamento, a meno che non abbiamo intenzione di fare buchi in tutte le finestre).
  • comprare una tavoletta di legno della lunghezza della finestra, alta piu’ o meno 30/40 cm, su cui fare al centro un buco del diametro del tubo che avrà così il suo sfogo. Abbasseremo le tapparelle fino ad incontrare la tavoletta in modo di avere un discreto isolamento verso il caldo esterno.

Vantaggi condizionatore portatile senza tubo esterno

principalmente acquistiamo un prodotto del genere per il prezzo basso, ma soprattutto per l’assorbimento di energia elettrica molto minore:

  • i prezzi di un condizionatore senza tubo sono modesti, un modello del genere costa mediamente 70-100 euro, un condizionatore portatile circa 300-500 euro.
  • l’assorbimento è di circa 70-80 watt contro i 700-800 di un normale climatizzatore. In quest’ultimo caso se lo utilizziamo 10 ore al giorno spendiamo anche 2 euro, moltiplicateli per 30 giorni, andiamo a consumare 60 euro di energia elettrica al mese col condizionatore.
  • chi non ama l’aria condizionata può trovare giovamento dei modelli senza tubo

Vantaggi condizionatore portatile senza tubo esterno

  • se le temperature sono molto alte non sono efficaci.
  • abbassano di pochi gradi la temperatura
  • non tolgono umidità dall’ambiente

Non tevi dunque ingannare il Pinguino De Longhi senza tubo non esiste, se notate un modello che ci somiglia andate a controllare le caratteristiche e noterete che si tratta di un deumidificatore, che regola il tasso di umidità presente nell’aria.

(Visited 57.985 times, 1 visits today)

24 thoughts on “Condizionatori portatili senza tubo esterno

  1. Scusami tanto, ma esistere esistono, solo che non so se funzionano bene. Sono i cosiddetti “condizionatori ecologici ad acqua” dove c’è un filtro vegetale che si impregna di acqua dove passa l’aria calda che diventa fresca dopo il passaggio. E’ anche possibile mettere del ghiaccio (o meglio delle mattonelle ghiacciate nell’apposito cassetto) per aumentarne l’effetto. Poi ne hai anche parlato te. Comunque grazie dell’articolo. Ciao. Matteo.

  2. grazie per la segnalazione Matteo…si in effetti acqua o ghiaccio aiutano a refrigerare meglio…ma come ben sai per fare il ghiaccio c’è bisogno di energia, quella del frigorifero ad esempio, e alla fine si risparmia da una parte e si consuma in più dall’ altra

  3. Grazie mille a te della velocissima risposta e complimenti! Pensando che comunque il freezer lo devo lasciare acceso (altrimenti mi si scongelano le cibarie 🙂 ) ci metto un paio di mattonelle, metto l’acqua del rubinetto nel condizionatore ecologico ad acqua e un po’ di refrigerio per 6-7 ore lo farà… oppure no? Giusto per l’appunto ho appena visto su internet uno di questi apparecchi con il filtro vegetale alveolare. Ciao e buon fresco! Matteo

  4. Ciao, grazie per le info sui condizionatori.
    Che tu sappia esistono dei condizionatori portatili che mettono l’unita refrigerante all’esterno e con un tipo portano l’aria fresca all’interno della casa. Almeno, avendo a disposizione un balcone si riesce a ridurre il rumore nella stanza.
    Grazie mille per la risposta

  5. si ci sono due modelli di Olimpia Splendid, il Tutto Split e Clima 16, hanno il motore esterno che, come dici tu, almeno limita il rumore interno anche se dalla scheda tecnica il rumore registrato è di 48 db, lo stesso più o meno di un Pinguino con il motore unico.

  6. Ciao,con i miei amici abbiamo sollevato un quesito sui condizionatori portatili senza tubo;esistono oppure no? e se esistono rendono come un classico condizionatore? lo chiedo anche perchè sarei interessato all’acquisto semmai ci fossero.Grazie ,attendo risposta

  7. come detto NON ESISTONO Condizionatori portatili senza tubo esterno, o meglio, il tubo esterno viene tolto per alcuni modelli a muro che però comunicano con l’esterno tramite fori praticati in corrispondenza del punto in cui sono installati. Quelli che non hanno il tubo esterno sono i DEUMIDIFICATORI.

  8. Grazie mille per la velocità e la risposta esaudiente!

  9. Ciao e complimenti per il servizio.
    Una domanda un pò stupida forse : è possibile allungare con una prolunga il tubo di espulsione aria calda, che in dotazione ai vari Pinguini è di circa 1,5 mt. ? Immaginiamo una situazione dove mettere il pinguino in mezzo a un corridio privo di finestre, con la più vicina a circa 5/6 metri…. ovvio che la prolunga deve essere di tipo professionale, in teflon o altro. Che ne dite ?

  10. sì, si può fare una prolunga, attenzione però che non abbia perdite e sia ben “allacciata” e chiusa all’ uscita del tubo. Il problema è che
    un tubo, a questo punto caldo, vanifichi parzialmente l’effetto del condizionatore.

  11. Grazie Admin, per la celere risposta. In effetti se allacciato bene, con poca dispersione, e fatto passare tubio attraverso stanza non utilizzata ma con finestra aperta e tubo che arriva sino all’apertura, può essere fattibile. Il pingui renderà un pò meno ma almeno non lo hai dietro le orecchie e manderà aria anche a una stanza. Grazie ancora

  12. Salve,ho un condizionatore portatile, ho molta umidità in casa e quindi vorrei usarlo come deumidificatore, mi hanno detto che devo mettere sempre il tubo esterno, è vero?? Ma l’ aria che butta fuori dal retro è pulita? Grazie

  13. se è solo deumidificatore ha solo la vaschetta di raccolta, se è condizionatore portatile che funziona in deumidificazione non ci dovrebbe essere bisogo di mettere il tubo all’esterno. Prova a mettere la mano sul tubo e guarda se esce aria calda/fredda. Calda d’estate e fredda d’inverno bisogna connettere il tubo all’ esterno

  14. grazie della risposta, dal tubo esce prima aria fredda, dopo circa una decina di minuti aria calda

  15. a me questo modello sembrerebbe un finto condizionatore, 65 watt di consumo !!!?? Questo è un ventilatore che utilizza l’acqua, lo dice anche nella descrizione, che vaporizza e poi viene spinta dalle ventole

  16. Ciao a tutti. Dubbio che mi assilla da tempo immemore:in casa uso il climatizzatore esclusivamente come deumidificatore e sento un bel freschetto. Siccome in studio necessitarei di un clima che per diversi motivi faccio fatica a collocare, potrei prendere un deumidificatore portatile e avere lo stesso effetto? Grazie mille.

  17. a questo punto potresti provare, specie se la stanza è piccola, ma non ti aspettare grandi cose, dipende anche da quali temperatura tocca lo studio e da quante persone ci soggiornano.

  18. Sarà 9_12 m2 e solitamente non più di due persone per volta,io e il paziente. Beh, se mi consigli di provare magari me ne faccio prestare uno. Grazie.

  19. E’ opportuno ricordare anche che:
    – bisogna assicurare una lieve pendenza del tubo
    di scarico aria calda per impedire un eventuale
    ristagno acqua di condensa.

  20. Grazie Giovanni, doverosa precisazione la tua, io aggiungerei anche di mettere una bacinella per la raccolta dell’ acqua, per evitare nel tempo la formazione di una striscia bianca di calcare sulle mattonelle

  21. Buongiorno, vorrei cercare di capire meglio gli ultimi due commenti: il tubo che scarica aria calda è, appunto, caldo. Come fa l’acqua a condensare? Mi sono perso qualcosa? Lo chiedo perché vorrei ascquistare un condizionatore portatile e devo scaricare veso una finestra alta, quindi con pendenza di scarico negativa. Sarebbe un problema? Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.