Come nascondere lo split dei condizionatori d’aria

Gli split dei condizionatori d’aria sono grossi ed ingombranti e non sempre di design. Pensate ad alcune case con mobili antichi, oppure a qualche quadro prezioso con cui devono condividere una parete, alle librerie in cui si devono incassare, possono essere brutti esteticamente e deturpare la casa.

Come fare per nascondere lo split dei condizionatori d’aria?
Il problema non è di semplice soluzione. I più ingegnosi possono autocostruirsi una “cassetta” in compensato o carton gesso dove inserire lo split. Ma come fare per aprirla ogni volta che si usa il condizionatore? Si fa a mano, si apre, si utilizza il condizionatore e poi si richiude quando non serve, oppure si fa montare un motore sul vano da aprire con radiocomando, un po’ troppo complicato.

Sembra un problema di poco conto ma non per la Mitsubishi, leader di fascia alta dei condizionatori che ha pensato di mettere in commercio un sistema di chiusura radiocomandata che fa scomparire gli split dei modelli delle linee Family e System Vrf. Il prodotto si chiama Alasplit e si compone del contenitore “Alabox” dove viene fatto alloggiare lo split e del frontale di chiusura che si apre e chiude con il telecomando denominato “Alapanel”.

La foto è abbastanza esplicativa. Ci sono tre “alette” che coprono lo split del condizionatore. Quella centrale rimane fissa (può comunque essere asportata per la pulizia) mentre le altre due , sopra e sotto, si aprono per permettere il funzionamento del condizionatore e del ricircolo dell’ aria. Il sistema della MITSUBISHI è disponibile in vari colori e può essere installato anche nei contro soffitti , in nicchie di librerie o abbassamenti di soffitto.

I prezzi di Alasplit si aggirano sulle 600 euro comprensivi di Alabox, Alapanel e del telecomando che ne pilota l’apertura.

(Visited 4.814 times, 4 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.